Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui. Se accedi invece a un qualunque elemento sottostante questo banner o premi acconsenti all'uso del cookie.
Foto del giorno

Laboratorio "Espansioni" presso Yogarte, arti per il corpo e la mente. Il ciclo di incontri di sperimentazione sta confluendo...

Foto del giorno

Leggi di più →

Incontri corpi creativi


Corpi creativi
  • Tipologia: teatro danza
  • Rivolto a: danzatori, attori, curiosi
  • Frequenza: occasionale
  • Conduttore: Giovanna Tauro
  • Dove: presso Yogarte (Milano, M1 Lotto/ M5 Segesta, Milano)
    e Spazio per sé (M2 Lambrate / M2 Piola, Milano)
 
 
 

Incontri singoli

Due ore in cui essere liberi, creativi, danzanti: dopo una prima fase di riscaldamento per predisporre al movimento e all'ascolto di sé e degli altri, si alterneranno momenti di sperimentazione delle potenzialità del corpo e di ricerca in base a vari spunti creativi.
Aperto a tutti i livelli, certo non ci sono limiti sull'utilizzo delle proprie capacità tecniche o artistiche.

 

Laboratori tematici

Durante l'anno si organizzano periodicamente cicli di incontri aperti a tutti, che si concludono - con chi partecipa agli incontri finali - con la creazione di una composizione corale su un tema scelto, per il piacere di mettere un punto al lavoro fatto e di condividerlo con un pubblico esterno.

Algoritmo creativo: 8 incontri per danzatori e curiosi

Intuizione, sperimentazione, ripetizione, osservazione... ma soprattutto ricerca della danza come risultato.

Un risultato non scontato, ma che sarà divertente cercare insieme.

Periodo previsto: APRILE/MAGGIO 2019 (max gruppo 6 persone).

L'ultimo progetto-performance di teatro danza è stato "Una pagina dopo l'altra", spizzicando tra le righe di Come un romanzo di Daniel Pennac.

 
 

I principi

In ogni proposta di studio o di esperienza creativa, per quanto differenti di volta in volta possono essere gli stimoli proposti per arrivare ad un movimento danzato - musica, immagini, testi, riflessioni - sempre entrano in gioco cinque elementi fondamentali per la danza, concreti e fisici: spazio, tempo, corpo, peso, energia.

La danza è la madre di tutte le arti. La musica e la poesia esistono nel tempo; la pittura e l'architettura nello spazio. Ma la danza vive contemporaneamente nel tempo e nello spazio. Prima di affidare le sue emozioni alla pietra, al suono, l'uomo si serve del suo corpo per organizzare lo spazio e ritmare il tempo. [Curt Sachs]
 

Spazio

L'aspetto geometrico, importante, è la facciata a prima vista: direzioni, posizioni, spostamenti. Ma è anche spazio che occupiamo, che svuotiamo, è spazio che modifichiamo e a sua volta ci modifica.

 

Tempo

La quarta imprescindibile dimensione della danza, pulsazione che avanza e molto altro ancora.

 

Corpo

Vettore di movimento, sarà materia di lavoro, di esplorazione, di espressione.

 

Peso

Imparare ad assecondare quello con cui naturalmente conviviamo: il peso di ogni singola parte del nostro corpo, la capacità di muoverle, rassicuranti punti d'appoggio e la forza di gravità.

 

Energia

Capacità di generare movimento e trasformazioni, in così tanti modi da stupire.

 
 
Parole mosse
Apertura Virgolette per citazioneLa natura non ha fretta, eppure tutto si realizza (Lao Tzu)
Chiusura Virgolette per citazione

Citazioni dagli spettacoli di teatro, movimento e danza messi in scena



SPUNTO MIXTEATRO

Curioso il fatto che quando il regista polacco Jerzy Grotowski battezzò "Teatro Laboratorio" il Teatro delle Tredici File di Opole di cui era diventato direttore, avesse in mente l'Istituto Niels Bohr di Copenaghen: un luogo protetto, dove persone di varia provenienza, fisici di vari Paesi, si confrontavano e lavoravano insieme per avanzare in modo rigoroso tra gli inesplorati territori della conoscenza, attraverso la ricerca.

MIXTEATRO 2.0
Muovendosi tra scienza e arte