Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui. Se accedi invece a un qualunque elemento sottostante questo banner o premi acconsenti all'uso del cookie.
Foto del giorno

Laboratorio "Espansioni" presso Yogarte, arti per il corpo e la mente. Il ciclo di incontri di sperimentazione sta confluendo...

Foto del giorno

Leggi di più →

Ultimi 10 commenti



#BCM18 Spizzicando una pagina dopo l'altra alla Libreria Zivago.

Messaggio n. 1

Lunedi 24 dicembre 2018

Detto tra di noi... GIOIOSI AUGURI di Buon Natale! Sento il bisogno di allegria, nonostante tutto e tutti, per il bello che comunque c'è e che si può plasmare giorno per giorno. E questo: istanti di felicitò da cogliere, auguro oggi :). E anche domani, dopo domani...

Categoria "Album" >
#BCM18 Spizzicando una pagina dopo l'altra alla Libreria Zivago.

Messaggio n. 2

Domenica 25 novembre 2018

Come non esserci nella grande manifestazione che per tre giorni ha unito intorno al Libro lettori, autori, artisti, editori?

Condividere senza troppe parole qualche pagina da "Come un romanzo" di Daniel Pennac, mescolando il materiale di un laboratorio di teatro danza, una voce narrante e la partecipazione della ballerina Tiziana Colombo. Questa è stata la proposta pensata per Bookcity Milano 2018.

Nel video uno scorcio dell'evento, ripreso presso la Libreria Zivago di Milano.

Spazio per se di Simona Vignati, Milano.

Messaggio n. 3

Mercoledi 10 ottobre 2018

Spazio per sé di Simona Vignati - Yoga e Metodo Feldenkrais® con programmi su misura dedicati a piccoli gruppi e individuali - sta diventando quest'anno uno spazio sempre più anche per me. Non desidero però adesso parlare di tutte le idee che si muovono dentro quelle pareti azzurre... mi piacerebbe invece trasmettere l'entusiasmo e la professionalità di un'amica che sta avviando uno studio in una zona comoda e centrale di Milano.

Le dimensioni contenute degli ambienti lo rendono subito un luogo privato. E di fatto ciò che insegna Simona è sempre totalmente indirizzato alla persona presente e alle caratteristiche del suo corpo. Il suo approccio diventa più giocoso con i bambini, compensativo e mirato davanti ai fisici anche troppo allenati, particolarmente attento e rispettoso se si è affetti da qualche disturbo o patologia da alleviare.

Applicare il Metodo Feldenkrais® del resto significa utilizzare al meglio il potenziale del corpo che si ha e di conseguenza i benefici sono per tutti: per chi è atleta, per chi lo è stato e anche per chi non lo diventerà mai.

È una pratica che non si esaurisce al tempo della lezione, si insinua nella vita quotidiana introducendo abitudini più sane di movimento. Ma tutto questo meglio lo si può sentire da lei... partecipando ad una lezione di prova prenotabile in qualsiasi momento dell'anno.

Messaggio n. 4

Lunedi 01 ottobre 2018

Marcovaldo e famiglia ringraziano di cuore la sig.ra Adele Delfino, impeccabile ospite. Non sono riusciti ieri a vedere le costellazioni come avrebbero desiderato, ma si sono inaspettatamente ritrovati nel mezzo di una divertente vendemmia di città, nel grigio di Milano e al contempo nell'arancione caloroso dello Spazio Polifunzionale Emmaus.

Totalmente a proprio agio per quanto in casa piena di invitati di riguardo, la moglie Domitilla ringrazia per l'apprezzatissimo regalo già natalizio spuntato dal pozzo dei desideri. E il figlio Michelino desidera far sapere che avrebbe piacere l'anno prossimo di partecipare ancora alla pigiatura nel secchio dell'uva.

Categoria "Eventi" >

Messaggio n. 5

Martedi 02 maggio 2018

Gran lavoro collettivo, a pieno ritmo, per una Festa del 1 Maggio orchestrata dalla Cgil Lodi divertente, solidale, impegnata ed estremamente variegata!

Categoria "Progetti" >
Luna e Gnac dall'Osservatorio G. Barletta

Messaggio n. 6

Lunedi 09 ottobre 2017

Rinnoviamo i sentiti ringraziamenti, ancora caldi a qualche giorno di distanza dall'evento, ad ACA per il concreto supporto e la fiducia che hanno portato a realizzare la serata di sabato: è stata una bellissima opportunità ed una bellissima giornata, per noi, in uno scenario e in un contesto ideali.

Non è faccenda di tutti i giorni riunire tanti elementi interessanti e diversi: il parco della Martesana con i suoi alberi verdi, scorci di cielo, grandi e piccoli spettatori sorridenti, immagini stupende dallo spazio, testi di Italo Calvino, il terrazzo dell'Osservatorio e un tema abbastanza insolito da trattare in teatro, l'inquinamento luminoso.

Nulla è avvenuto per caso e proprio per questo siamo contenti del lavoro fatto insieme.

Estendiamo i ringraziamenti al Comune di Cernusco s/N per l'appoggio al progetto.

Categoria "Eventi" >
Categoria "Articoli" >
Luna e Gnac dall'Osservatorio G. Barletta

Messaggio n. 7

Mercoledi 04 ottobre 2017

Ciao! Sono riuscita a partecipare al vostro spettacolo. Volevo complimentarmi con voi perché è stato davvero molto bello. L'atmosfera notturna (ho visto la replica delle 21.45) ed il parco sullo sfondo hanno creato una ambientazione davvero molto suggestiva, magica ed empatica! Bravi! Bravi!

[Christina Paci]
Categoria "Eventi" >
Luna e Gnac dall'Osservatorio G. Barletta

Messaggio n. 8

Domenica 01 ottobre 2017

Molto suggestivo anche con la nuvole... chissà cosa poteva essere se Marcovaldo avesse veramente potuto godere di uno scorcio di luna! Divertente ma anche attento a sottolineare le riflessioni sul paesaggio metropolitano. Ci si lascia catturare dal dinamismo degli attori. Efficaci gli interventi della batteria nella prima parte per la riproduzione di suoni ma anche per evidenziare passaggi chiave. Insomma seguitissimo anche da una stanca bambina di 5 anni. :-). Grazie!

[Carmela Lavacca]
Categoria "Eventi" >
Luna e Gnac dall'Osservatorio G. Barletta

Messaggio n. 9

Sabato 30 settembre 2017

Grandi e piccoli siamo rimasti incollati, sorpresi, stupiti, divertiti, incantati. Grazie!

[Angela C.]
Categoria "Eventi" >

Messaggio n. 10

Lunedi 12 giugno 2017

Amici, non perdetevi il quartetto di spettacoli! Due parole sincere ed entusiaste su quelli delle altre compagnie:

Maja, storie di donne dalla Majella al Gran Sasso, di e con Francesca Camilla D'Amico: sul palco non c'è una giovane attrice che narra e canta, ci sono donne, tante, e ricordi, le montagne, il profumo del basilico, la vita. Uno spettacolo di narrazione - in lingua italiana con alcuni momenti in dialetto abruzzese - generoso, genuino, che ho davvero apprezzato.

Che fine ha fatto Betty Boop? Originale proposta ideata da Andrea Benfante con Andrea Benfante e Anna Giarrocco di Genova che portano nel mondo dark dei cartoni animati di Max Fleischer. Passando da gag vivaci, canzoni, momenti drammatici, il risultato è una satira dei costumi Hollywoodiani attraverso i due protagonisti: una riuscitissima Betty Boop mal accompagnata, nella storia, dal meschino Koko il Clown, che spuntano fuori da un calamaio, elemento della curata scenografia stile vintage.

Anche su Fragile Fiabesk di Valeriano Gialli il mio personale commento non può che essere entusiasta: efficaci coreografie fittamente innestate a dialoghi d'impatto, ispirati a fiabe note, smuovono da una prospettiva di grande vulnerabilità femminile inquietudini e spettri dell'animo umano.

Comunque non c'è migliore opinione della propria, dunque... venite di persona e scrivete cosa ne pensate voi! Sul sito di Milano OFF tutti gli spettacoli possono essere votati e recensiti.

Parole mosse
Apertura Virgolette per citazioneLa natura non ha fretta, eppure tutto si realizza (Lao Tzu)
Chiusura Virgolette per citazione

Citazioni dagli spettacoli di teatro, movimento e danza messi in scena



SPUNTO MIXTEATRO

Curioso il fatto che quando il regista polacco Jerzy Grotowski battezzò "Teatro Laboratorio" il Teatro delle Tredici File di Opole di cui era diventato direttore, avesse in mente l'Istituto Niels Bohr di Copenaghen: un luogo protetto, dove persone di varia provenienza, fisici di vari Paesi, si confrontavano e lavoravano insieme per avanzare in modo rigoroso tra gli inesplorati territori della conoscenza, attraverso la ricerca.

MIXTEATRO 2.0
Muovendosi tra scienza e arte